scritto da
maestra Laura Busnelli

 

Anche la Scuola San Giuseppe ha voluto celebrare la Giornata Mondiale della Terra. La settimana tra il 18 e il 22 Aprile, detta “Settimana Verde”, ha coinvolto gli alunni della scuola in un percorso che aveva come obiettivo quello di sensibilizzare i bambini alle tematiche ambientali. 

Si è parlato di energia, di aria, di materiali e della possibilità di riuso e riciclo, di agricoltura biologica e dell’uso di pesticidi e fertilizzanti naturali.

Grazie alla preziosissima collaborazione di Gabriella Ugo, divulgatrice scientifica, ogni classe ha partecipato ad un laboratorio. Le classi prime hanno parlato di energia: hanno scoperto cos’è, come è fatta e dove si trova; l’hanno immaginata e le hanno dato forma con il corpo, l’hanno disegnata e nel laboratorio Re Mida l’hanno rappresentata utilizzando tutti i materiali a loro disposizione. 

La classe seconda è stata invitata a salvare dalla dismissione alcuni oggetti e ad utilizzarli per costruire cose nuove, tagliando, incollando, decorando e mettendo in campo la propria creatività. 

Le classi terze, invece, hanno affrontato il tema dell’aria: attraverso semplici esperimenti hanno scoperto cos’è e di cosa è fatta, dove si trova e le sue proprietà. 

La classe quarta, grazie ai consigli di Gabriella, si è presa cura dell’Aula Verde della scuola: pestando alcuni materiali organici naturali, quali spicchi di aglio, chiodi di garofano e gusci d’uovo ha preparato uno speciale compost per fertilizzare e proteggere il terreno. 

Il laboratorio della classe quinta dal titolo “Il mercato dell’energia” ha permesso ai ragazzi di riflettere su quanti tipi di energia ci sono, di capire quali energie si rinnovano e quali no. Con semplici strumenti, inoltre, hanno trasformato l'energia per comprendere in quanti modi la si può utilizzare, trasportare, comprare e vendere. 

La settimana Verde è terminata con un momento conclusivo che ha visto coinvolto l’intero istituto, per dare una cornice tematica al lavoro svolto e per far condividere le esperienze fra i gruppi di bambini che hanno partecipato. È stato creato un percorso di visita a rotazione. Il suono della campanella scandiva il tempo di permanenza di ciascun gruppo nei vari ambienti allestiti dalle altre classi al fine di presentare quanto imparato nel proprio laboratorio. 

Tutto questo è stato pensato e voluto dagli insegnanti della scuola in collaborazione con i genitori, nella speranza che sensibilizzare i bambini ai temi ambientali li renda attenti cittadini che rispettano e tutelano il loro mondo.