EDUCAZIONE CIVICA

È stato steso il curricolo nel giugno del 2020 partendo dalle Linee Guida, adottate in applicazione della legge 20 agosto 2019, n. 92 recante “Introduzione dell’insegnamento scolastico dell’educazione civica”, (d’ora in avanti, Legge), con lo scopo di favorire una corretta attuazione dell’innovazione normativa.

L’orario dedicato a questo insegnamento è di 33 ore per ciascun anno di corso, svolte all’interno del monte ore complessivo annuale previsto dalle diverse discipline: ogni disciplina è infatti, di per sé, parte integrante della formazione civica e sociale di ciascun alunno. L’educazione civica assume così si concretizza nella sua matrice valoriale trasversale.

I nuclei tematici attorno ai quali si sviluppa la disciplina di ed. civica sono:

 

·       COSTITUZIONE, diritto (nazionale e internazionale), legalità e solidarietà:  

la conoscenza, la riflessione sui significati, la pratica quotidiana del dettato costituzionale rappresentano il primo e fondamentale aspetto di questa “nuova” disciplina. L’obiettivo è quello di sviluppare nei bambini la necessità di coerenza tra le leggi ordinarie, i regolamenti, le disposizioni organizzative, i comportamenti quotidiani delle organizzazioni e delle persone devono e la Costituzione, che rappresenta il fondamento della convivenza e del patto sociale del nostro Paese.

 

·       SVILUPPO SOSTENIBILE, educazione ambientale, conoscenza e tutela del patrimonio e del territorio:

coerentemente con l’Agenda 2030 dell’ONU, l’educazione civica ha lo scopo di perseguire obiettivi che non riguardano solo la salvaguardia dell’ambiente e delle risorse naturali, ma anche la costruzione di ambienti di vita, di città, la scelta di modi di vivere inclusivi e rispettosi dei diritti fondamentali delle persone, primi fra tutti la salute, il benessere psicofisico, la sicurezza alimentare, l’uguaglianza tra soggetti, il lavoro dignitoso, un’istruzione di qualità, la tutela dei patrimoni materiali e immateriali delle comunità.

 

·       CITTADINANZA DIGITALE:

intesa come la capacità di un individuo di avvalersi consapevolmente e responsabilmente dei mezzi di comunicazione virtuali, consentendo l’acquisizione di informazioni e competenze utili a migliorare questo nuovo e così radicato modo di stare nel mondo consci dei rischi e delle insidie che l’ambiente digitale comporta, considerando anche le conseguenze sul piano concreto. 

 
Esci Home